Vino Aglianico del Vulture

Home » Vino Aglianico del Vulture

Il nostro vino nasce in un contesto unico in cui il rapporto uomo/natura è condiviso da tempi remoti. La terra, così generosa, offre il meglio della produzione vitivinicola di qualità oltre a quella olearia grazie a varietà uniche che qui hanno trovato l’habitat ideale alla propria dimora. I terreni sono caratterizzati da struttura ideale a favorire la crescita delle viti secondo i ritmi dettati dal clima e dal tempo. Nessuna forzatura viene praticata per aumentare la resa né per favorire la maturazione dei rossi acini dell’Aglianico del Vulture, conosciuto anche come il Barolo del Sud.

Le sue caratteristiche organolettiche, infatti, rimarcano quelle dei grandi vini piemontesi in cui scheletro e marne argillose-calcaree sono alla base dell’ottima resa delle uve. Il nostro vino è frutto di tutto questo, rispettando un preciso disciplinare regolato da rigidi controlli e misure. Noi offriamo il meglio della produzione vitivinicola del Vulture in un bicchiere di nettare rosso, corposo e strutturato la cui vinificazione è condotta secondo gli antichi canoni e l’esperienza maturata sul campo.

  • vino igp 1 litro in bottiglia
    Vino IGP del Vulture 0,75ml – Bottiglia
    6,00
  • vino rosso 5 litri in dama
    Vino Rosso Italia (Vulture) 5 Litri
    12,50

Aglianico del Vulture: profonde radici in terra del Sud

Le origini del vitigno Aglianico sono da ricercare in epoche remote. Alcune scuole di pensiero sostengono che esso sia stato introdotto, intorno al 600 a.C., dai Greci nel sud Italia in cui ha trovato l’habitat ideale alla sua buona vigoria. Il nome, invece, sembra derivare da termini diversi in funzione degli studi che sono stati condotti sulla sua origine. Qualcuno associa il nome Eleanico, da cui Aglianico, alla città di Elea, una colonia sulla costa tirrenica della Lucania. Altri sostengono che il vino rosso Aglianico Lucano debba il suo appellativo a Ellenico, in riferimento alla civiltà greca che colonizzò il meridione d’Italia. I Romani, in seguito, ribattezzarono la varietà Aglianico col nome di Vitis Ellenica.

Documenti antichi narrano di come il vino Aglianico della Basilicata abbia conquistato imperatori e colonizzatori al punto che contribuirono allo sviluppo della sua produzione. Essi, infatti, si attivarono per valorizzare questo territorio straordinario che vede come unici protagonisti il vitigno e il vulcano. Si racconta che Federico II di Svevia abbia incentivato la coltivazione della vite in Lucania; mentre Carlo D’Angiò conobbe l’Aglianico del Vulture quasi per caso. All’epoca, infatti, era diffuso il consumo di un vino rosso corposo e strutturato detto Vino Rubeo Menfie. Dall’attimo in cui il sovrano lo assaggiò ne fu particolarmente colpito da redigere addirittura un antico disciplinare per tutelare le viti di Aglianico.

vignetto aglianico del vulture
Monte Aglianico del Vulture

Il vulcano, invece, con la sua silenziosa presenza rappresenta il fulcro attorno a cui ruota la produzione del vino Aglianico 100% Italiano. Le radici di questo generoso vitigno sono considerate profonde e immerse in un terroir ricco dove i minerali hanno una grande rilevanza per conferire intense caratteristiche gusto-olfattive. I suoi grappoli corposi e scuri maturano sotto il caldo sole del sud. Chi assaggia il vino Aglianico IGP del Vulture non manca di lasciarsi andare nell’immaginare una terra feconda e generosa alimentata dalla forza del vulcano. Esso è testimone da secoli dello sviluppo di un vitigno diventato il punto di riferimento di chi ama la qualità e l’eccellenza senza compromessi.


  • vino igp 1 litro in bottiglia
    Vino IGP del Vulture 0,75ml – Bottiglia
    6,00
  • vino rosso 5 litri in dama
    Vino Rosso Italia (Vulture) 5 Litri
    12,50

Vulture: energia vitale per l’Aglianico

L’Aglianico è uno dei più potenti e corposi vini del Sud. Esso è conosciuto in tutto il mondo per la tempra e il carattere che sono alla base della sua longevità. Lo stretto rapporto col vulcano ha caratterizzato la produzione attraverso i millenni affinandosi fino ad arrivare ai giorni nostri attraverso varie denominazioni di origine che lo legano al suo territorio. Quest’ultimo è meglio conosciuto come Vulture, termine che sta ad indicare il comprensorio vulcanico nel nord-ovest della Basilicata. Il Vulture è caratterizzato da terreni argillosi-calcarei che diventano man mano sabbiosi scendendo verso la pianura.

vignetto vulture

Il contesto in cui nasce il nostro vino è veramente suggestivo. Il vulcano dormiente accoglie lungo le sue pendici filari di vigneti ordinatamente disposti che colgono ogni minima sfumatura di luce solare, brezza e nutrimento. Il vulcano, infatti, può essere spento da millenni ma sicuramente continua a fornire energia vitale alle viti che generosamente la restituiscono sotto forma di nettare degli dei. Il nostro vino Aglianico IGP racconta tutto questo.

vigna vulture

Il lavoro in vigna è condotto secondo tempi scanditi dalla natura e dal clima dell’annata. La nostra attività si realizza attraverso il rispetto del territorio circostante che fornisce frutti fecondi della vite e dell’ulivo. Queste due coltivazioni sono le più diffuse della zona e riescono ad esprimere tutta l’essenza di una regione baciata dal sole. Nonostante, gli inverni possano essere rigidi e a tratti nevosi, la bella stagione non tarda arrivare con le sue dolci brezze che, sfiorando le bacche, ne avviano la maturazione.

basilicata vulture

La conduzione delle viti come quella degli ulivi tutelano la vitalità di questo territorio che generosamente restituisce tutto l’amore che noi mettiamo per ottenere prodotti autoctoni di qualità. I vigneti sono collocati nell’area nord-ovest della Basilicata ad un’altitudine compresa tra i 200-600 metri. La buona esposizione e le escursioni termiche favoriscono la concentrazione zuccherina e un’acidità adeguata.

Vino Aglianico 100% Italiano: rosso, corposo e potente

Il vino Aglianico è un rosso del sud corposo e potente dalle caratteristiche organolettiche distintive di un terroir vulcanico come quello del Vulture.

Il nostro vino Aglianico IGP viene prodotto secondo precisi canoni che partono dal lavoro in vigna ed arrivano alla sua commercializzazione. Nulla viene lasciato al caso.

La vendemmia si svolge tra la fine di ottobre e gli inizi di novembre quando la maturazione delle uve è considerata ottimale e con la giusta concentrazione zuccherina.

La raccolta viene eseguita rigorosamente a mano riponendo i grappoli in cassette al fine di preservare l’integrità degli acini. In cantina la temperatura controllata, la pigiatura e la macerazione prolungata sono i cardini attorno a cui ruota il processo di vinificazione.

Il nostro vino Aglianico 100% Italiano si presenta di un bel colore rosso rubino carico, intenso e impenetrabile.

vino igp 1 litro in bottiglia

L’ossigenazione diventa veicolo di note olfattive importanti che ricordano frutti rossi maturi. Si distinguono nettamente la ciliegia e la prugna che sono la premessa ad aromi terziari di grande spessore.

Al palato si riconfermano i sentori già avvertiti all’olfatto con la piacevolezza di scoprire quanto possa essere potente l’influenza del vulcano con la sua energia vitale.

Spessore, corposità ed opulenza sono i caratteri distintivi del nostro vino Aglianico IGP rappresentativo della terra lucana e delle sue antiche tradizioni enologiche.

La vendita online del vino Aglianico del Vulture è sempre disponibile sul nostro sito. Il vino non può essere commercializzato prima di un anno dalla vendemmia; la sua longevità è così straordinaria da poter posticipare il consumo nel tempo.

Tenuto in cantina, in attesa di importanti occasioni, è il compagno ideale di pranzi festivi, cene conviviali ma anche di serate di meditazione davanti al camino.


  • vino igp 1 litro in bottiglia
    Vino IGP del Vulture 0,75ml – Bottiglia
    6,00
  • vino rosso 5 litri in dama
    Vino Rosso Italia (Vulture) 5 Litri
    12,50

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0,00